Prima Green walking domenica 31/03

PRIMA PASSEGGIATA ECOLOGICA CON GREEN WALKING MONZA E PROGETTO CO-SCIENZA

Domenica pomeriggio i volontari di Legambiente si sono uniti a quelli di Progetto Co-scienza e a un certo numero di ragazzi di FridaysForFuture per fare la prima camminata ecologica organizzata da Green Walking Monza.

Una sorta di “plogging” in versione dolce: invece di correre e raccogliere rifiuti, si cammina raccogliendo rifiuti.

Eravamo una trentina, e dall’Istituto Mosè Bianchi in via della Minerva siamo andati verso il centro, passando per la passerella pedonale della ferrovia, fino in piazza Trento e Trieste, dove ci siamo fotografati sulla scalinata che porta in comune, fieri dei nostri sacchi di spazzatura e di aver dato un piccolo contributo alla pulizia della nostra città.
Molto del lavoro è stato raccogliere i piccoli rifiuti seminascosti tra i cespugli e le aiuole. Qualche rifiuto più grande (lattine, contenitori di cibo vuoti) l’abbiamo trovato negli spazi più nascosti, tra i cespugli, dietro le staccionate.

Quello che ci è piaciuto di più però è stato dare l’esempio, e vedere come tanta gente, che passeggiava godendosi il sole di primavera, ci ringraziasse e apprezzasse il nostro lavoro.
Addirittura un signore di una certa età ha insistito per darci una mancia, per prendere un gelato alla fine delle nostre fatiche…

Come sempre, la cosa più importante è fare.
Mentre le parole prendono il vento, i fatti restano.

E una cosa ci ha colpito: la quantità di mozziconi di sigaretta.
E pensare che ci sarebbero persino delle multe, per chi butta a terra le cicche!
Inotre, spesso i mozziconi si trovano nelle aiuole o nei cespugli vicino a bar e locali.
Ci ha colpito il roseto lungo via Cortelonga, in cui veramente i mozziconi si stagliavano contro la terra. Vicino c’è un locale con i tavolini all’aperto, sui quali sicuramente ci sono dei portacenere. Per non parlare dei cestini, che a Monza sì ci sono, e nei quali le cicche, dopo averle spente, si possono buttare.

Comunque è stato un lavoro di grande soddisfazione, in cui si è dimostrato ancora una volta che insieme si può fare molto, e che la consapevolezza è una cosa che si costruisce giorno per giorno, lavorando con costanza e attenzione.

Pubblicato in Senza categoria