CONSOLIDAMENTO DELLA SPONDA SINISTRA DEL LAMBRO IN VIA GHILINI

E-mail ad AIPo e
Comunicato stampa del 14.04.2014

CONSOLIDAMENTO DELLA SPONDA SINISTRA DEL LAMBRO IN VIA GHILINI

Egregi signori,

Facciamo riferimento all’intervento “MB-E-2-PI: Lavori di somma urgenza per la ricalibratura d’alveo e difese spondali crollate del
fiume Lambro nell’abitato di Monza eventi di piena straordinaria. – CUP: B51H14000060002”.

Con la presente vogliamo esprimere il nostro profondo stupore per la realizzazione delle opere sopra richiamate ed eseguite all’altezza di via Ghilini a Monza.Un’opera di quasi 100.000,00= Euro per consolidare una sponda naturale oltre la quale non esiste nessun edificio da salvaguardare; ne il PGT del Comune di Monza ne prevede alcun intervento edificatorio perché è un’area destinata a verde.Inoltre le normative in vigore prescrivono che la manutenzione delle sponde sia a carico del proprietario dell’area, tuttora esistente, e non della collettività.

Un intervento che riteniamo inutile per la sicurezza idraulica (era sufficiente sfoltire la vegetazione) e dannosa per l’ambiente fluviale. Questo è un tratto di fiume ricco di fauna ittica, lo dimostrano i tanti pescatori che ne frequentano le sponde, e di avifauna che può riprodursi in un ambiente molto protetto. La artificializzazione della sponda comprometterà molto questo ecosistema.

Ci sorge anche il dubbio che l’intervento possa pregiudicare la stabilità della secolare opera di presa della roggia Lupa.Se un tratto di fiume doveva essere oggetto di un intervento di ricalibratura delle sponde e di messa in sicurezza, questo poteva essere l’argine destro del Lambro, posto proprio di fronte a dove è stato eseguito questo intervento.

Distinti saluti.

Atos Scandellari
Presidente Circolo Legambiente Monza

DSC01165 (1024x768)

DSC01217

Risposta dell’Azienda Interregionale per il Po (AIPo) del 16.04.2014

Egregi Signori
Si cerca di precisare alcune note incomplete delle comunicazioni inviate; l’intervento realizzato e un intervento itinerante che è
iniziato dal parco della Villa Reale, dove abbiamo ripristinato alcune opere di fruibilità pubblica e di sicurezza Idraulica e si sta completando in via Ghilini.

Per quanto concerne l’opportunità della sicurezza pubblica prevista dal T.U.523/1904 di Polizia idraulica e dalle autorità di Protezione civile di Monza l’intervento di via Ghilini è stato realizzato in forza alla normativa del PAI in funzione di salvaguardia della Fascia “B” di progetto, come segnalato dagli uffici Locali.

Per quanto concerne la tenuta del manufatto della Roggia Lupa, i contenuti tecnici ed amministrativi sono da ricondurre nel R.D. 11.12.1933, n. 1775 sulla derivazione delle acque superficiali e la loro finalità se questa risulta attiva e scaduta, per eventuali e successivi fini.

Il tutto si riferisce per dovere d’ufficio.

Distinti Saluti

Pubblicato in Senza categoria